Epatologia e gastroenterologia

L’Unità di Epatologia e Gastroenterologia rivolge la propria attività alla diagnosi e al trattamento delle patologie acute o croniche. Queste possono, infatti, comportare l’insorgenza d’insufficienza epatica terminale. L’Unità coordina i programmi di cura con specialisti quali chirurghi esperti in chirurgia epatobiliare e dei trapianti, radiologi interventisti, endoscopisti, patologi, infettivologi, intensivisti.

L’attività clinica, che viene svolta sia in regime di ricovero che in regime ambulatoriale, è focalizzata sulle seguenti aree:

  • Selezione, valutazione e inserimento in lista d’attesa dei pazienti candidati al trapianto di fegato.
  • Follow-up post-operatorio dei pazienti sottoposti a trapianto di fegato.
  • Selezione e valutazione dei pazienti candidati a procedure di alta specializzazione di radiologia interventistica e di endoscopia interventistica (quali TIPS, trattamenti intra-arteriosi, etc).

L’Unità di Epatologia e Gastroenterologia partecipa ad alcuni studi clinici nazionali e internazionali ed è riconosciuta come centro di eccellenza per le cure avanzate di malattie come le epatiti virali, l’epatite B e C, l’emocromatosi, la steatoepatite non alcoolica, la cirrosi biliare primitiva, la colangite sclerosante, la malattia di Wilson, la deficienza di Alfa-1-antitripsiana, il carcinoma epatocellulare, il colangiocarcinoma e molte altre malattie del fegato.

Alcune delle principali aree di ricerca scientifica sono:

  • Terapie della infezione da virus epatite C nel post-trapianto.
  • Modelli prognostici per la selezione dei pazienti al trapianto.
  • Diagnosi e trattamento dell’epatocarcinoma.
  • Medicina rigenerativa e trapianti cellulari.